Abbiamo messo a punto le tecniche di asta per vendere casa in Florida con l’aiuto di esperti locali L’asta al 1932 di Palm drive si è conclusa nel week end tra sabato e domenica. Abbiamo utilizzato la finestra temporale che ci è stata consigliata da una consulente specializzata in materia di aste che abbiamo reclutato allo scopo. Si chiama Jenna Waites e ha condotto numerose aste di questo genere nell’aera di Tampa, sul lato opposto della baia rispetto a Clearwater.

L’obiettivo dell’asta è di far confluire quante più persone possibile nella casa che si vuole vendere tra le 11 di mattina e le 3 del pomeriggio, sabato e domenica. Le persone entrano nella casa e firmano un modulo in cui comunicano il loro nome e un recapito telefonico, quindi vengono accompagnate in una visita della casa e, prima di uscire, possono fare un’offerta non vincolante su un foglio che le raccoglie tutte.

La comunicazione utilizzata per portare persone a questa particolare asta è stata composta da cartelli piantati sul bordo della strada, volantini appesi sulle porte dei vicini nei quartieri circostanti la casa e annunci su Craigslist e altri siti di vendita tra privati utilizzati negli USA.

L’importanza di avere un consulente qualificato

La mia consulente mi ha indicato di reclutare due persone per distribuire volantini e cartelli tra venerdì e sabato mattina, ma alla sera del venerdì ci siamo resi conto che non bastavano. Sarebbero state necessarie almeno sei persone, che distribuissero il lavoro su tre giorni. Per questo motivo, aiutato dai miei nipoti che erano venuti in visita in Florida, abbiamo fatto un’ultima distribuzione di volantini a mezzogiorno di domenica, giusto per aumentare il traffico, ma siamo riusciti a distribuire sono 200 volantini sui 1.000 che avevamo preparato.

I cartelli a bordo strada erano 50 circa. Nonostante la comunicazione ridotta, si sono presentate alla casa 60 persone in due giorni, per un totale di 25 nuclei familiari: niente male considerando che nessuno sapeva prima di venerdì che quella casa era in vendita.

Abbiamo raccolto diverse offerte, ma nessuna di valore adeguato rispetto ai nostri parametri. Di comune accordo con la consulente abbiamo deciso di ripetere l’asta una nuova volta, però cambiando sistema di promozione e tempistiche.

Questa prima esperienza è stata tuttavia essenziale per la progettazione di eventi simili in futuro e ci ha permesso di capire molto meglio le particolarità del nostro mercato: Clearwater ha differenze sostanziali rispetto a Tampa, e di mettere a punto un sistema tutto nostro.

Roberto Mazzoni