Predisporre gli interni per una casa che pensiamo di mettere in affitto negli Stati Uniti richiede la considerazione di una serie di fattori. Il primo tra questi è la sicurezza e la confortevolezza dei locali. Esistono una serie di normative governative che stabiliscono le norme di sicurezza e che cambiano di stato in stato. Nel caso della Florida, dove noi operiamo, si pone particolare attenzione alla possibilità di entrare e uscire facilmente dai locali, in particolare le camere da letto.

Bisogna garantire un ambiente privo di muffe o di altri elementi poco salubri e, in generale, si vuole far in modo che la casa sia pulita in tutte le sue componenti e sia facile da mantenere tale anche da parte degli inquilini. Infine particolare attenzione va prestata alle norme di sicurezza in materia elettrica e anti-incendio. Bisogna installare i giusti sensori, in ciascuna delle camere, e assicurarsi che l’impianto elettrico sia in buono stato.

Gli interventi in un progetto concreto

Nel progetto di ristrutturazione che stiamo portando avanti a Clearwater sul Golfo del Messico, abbiamo iniziato l’allestimento della terza camera da letto. E’ un passo importante per rivalutare l’immobile e aumentare il valore dell’affitto mensile che possiamo ricavarne.

Nel nostro caso abbiamo trovato un locale che è perfetto per tale trasformazione e abbiamo iniziato la costruzione dell’armadio a muro (in americano closet) che è una delle componenti essenziali. La definizione di camera da letto americana presuppone infatti la presenza di un armadio a muro e di una finestra che possa comunicare direttamente con l’esterno e da cui sia possibile uscire in caso di emergenza. Nel nostro caso, disponiamo di una grande finestra scorrevole che comunica direttamente con il giardino sul retro.

Abbiamo deciso di costruire un grande armadio a muro così da aggiungere ancora più valore alla terza stanza. Stiamo facendo anche interventi nelle altre camere così da renderle pienamente funzionali. Abbiamo per esempio allargato le aperture delle porte così da conformarle al formato delle porte moderne. Questo permetterà di installare porte nuove, sicuramente più eleganti rispetto a quelle esistenti che erano comunque danneggiate. Sarà anche più facile in futuro sostiuirle se necessario perché disporremo di un’apertura di dimensioni standard.

Roberto Mazzoni