Nessun corso, libro o seminario per investitori negli Stati Uniti vi metterà in guardia da un rischio importante che qualsiasi investitore straniero corre nel momento in cui acquista e rivende un immobile negli Stati Uniti.

Evitare la tassa imposta dalla FIRPTA.

Evitare la tassa imposta dalla FIRPTA.


Stiamo parlando della FIRPTA, acronimo di Foreign Investment in Real Property Tax Act, una legge statunitense varata nel 1980 che obbliga qualsiasi straniero che investe in immobili oppure in quote societarie al pagamento di una tassa forfettaria del 10% nel momento in cui rivende o cede l’investimento. Questa tassa va pagata nel momento stesso in cui vendete l’immobile oppure le quote societarie e deve essere trattenuta da chi riceve il pagamento oppure da chi gestisce la transazione.

 

Nel caso di una transazione immobiliare, viene trattenuta dalla title company ossia dall’avvocato che esegue tutta la procedura per il trasferimento di proprietà. Il valore dell’imposta è determinato da una combinazione di quanto l’acquirente paga per l’acquisto del bene, del valore equo di mercato del bene medesimo e del valore dei debiti assunti da chi acquisisce l’immobile.

 

La tassa va pagata sempre e comunque anche se l’investimento ha prodotto una perdita, come nel caso di una rivendita a un valore inferiore a quanto pagato, oppure nel caso di un trasferimento gratuito. Nel caso possiate documentare la perdita, potreste chiedere il rimborso successivamente all’IRS, ma si tratta di una procedura complessa e dal risultato incerto.

 

In pratica il governo americano esige una tassa per il solo fatto che siete un cittadino straniero e la esige in anticipo perché sa che, una volta venduto il bene e trasferito il denaro all’estero, non avrà più modo di rivalersi. L’acquirente e l’intermediario che non trattengono la tassa e non la versano diventano responsabili di una violazione nei confronti dell’IRS e possono essere perseguiti a loro volta.

 

L’unico modo per sottrarsi a questo meccanismo spiacevole consiste nel gestire l’intera operazione d’investimento, immobiliare o societario, attraverso una società americana che avrete creato alla scopo. La costituzione della società vi permetterà di risparmiare da subito il 10% su ogni transazione e vi proteggerà con gli stessi diritti goduti da un cittadino statunitense.