Diverse banche primarie negli Stati Uniti hanno aumentato significativamente il ritmo di foreclosure dopo aver superato l’ostacolo giudiziario che le aveva rallentate per diversi mesi. Nel periodo dal 1 marzo al 24 marzo 2012 Deutsche Bank ha aumentato del 47% il numero di nuovi foreclosure iniziati rispetto allo stesso periodo nello scorso anno, Wells Fargo ha aumentato del 68% e Bank of America ha moltiplicato di sette volte, passando da 37 a 251.

Le informazioni ci provengono da 4closurefraud.org, un sito statunitense che offre informazioni e consigli ai proprietari di casa che negli Stati Uniti hanno problemi a far fronte al proprio mutuo. Questa nuova ondata di foreclosure appena cominciata porterà a un aumento delle case sul mercato offerte direttamente dalle banche e potenzialmente una riduzione di prezzi temporanea in alcune aree. La società di ricerca di mercato Moody’s Analytics stima che la vendita di case pignorate dalle banche aumenterà nel 2012 del 25% rispetto al milione di case vendute nello scorso anno.